You are currently viewing CUCKOLD: Cosa Significa e Come Funziona IL TRIOLISMO

Hai mai sentito parlare di cuckold? Con questo termine di lingua inglese si fa riferimento a un uomo a cui piace vedere il o la propria partner a letto con altri uomini. Questi vengono soprannominati bull, cioè tori, in quanto svolgono il metaforico ruolo di tori da monta. 

Quella del cuckold è un’esperienza del tutto volontaria e consapevole: non si può parlare di un tradimento, perché il tutto è voluto e concordato in anticipo. Per il cuckold significato e definizione sono abbastanza chiari: ora entriamo più nei dettagli e proviamo a scoprire in che cosa consiste questa pratica e quali sono le sue caratteristiche più importanti.

Il Fenomeno del Cuckolding

Il cuckolding non è certo una novità degli ultimi tempi, anche se probabilmente per lungo tempo il fenomeno è stato nascosto o, più semplicemente, contenuto. Senza Internet, infatti, non era così facile trovare uomini disposti a immettersi in una relazione per provare un’esperienza così particolare.

Oggi, invece, grazie ai siti di incontri dedicati al sesso cuckold, non ci vuole molto per reclutare bull con cui divertirsi in coppia. La Rete ha moltiplicato le occasioni di contatto fra sconosciuti che hanno in comune una passione così speciale e che merita di essere condivisa.

La storia del cuckolding

Per capire che cos’è cuckolding può essere utile fare riferimento alle origini di questa parola anche dal punto di vista etimologico: pare, infatti, che il termine derivi dall’espressione usata nel francese medievale per indicare il cuculo, un uccello che fa sì che i suoi piccoli possano crescere ed essere curati nel nido di altri cuculi. 

Fuori di metafora etologica, quindi, il cuckold è una pratica sessuale capace di innescare piacere ed eccitazione, per alcuni versi simile alla poliandria, cioè al fenomeno per cui una donna si può relazionare con più partner. In questo caso non è questione di adulterio o di tradimento: anzi, il tutto è finalizzato a procurare piacere al marito.

Il ruolo del bull

Di solito viene scelto dalla coppia un uomo giovane e ben dotato che possa soddisfare le fantasie di entrambi. Un altra “abitudine” che di solito seguono gli amanti di questa pratica e di non ripetere gli incontri con lo stesso bull per evitare coinvolgimenti sentimentali che possono sempre accadere.

In diversi casi può succedere che la donna abbia con il bull – cioè con il secondo uomo – dei rapporti non protetti, con il rischio di una gravidanza. Quando questo accade, a crescere il bambino sono la donna e suo marito, senza il coinvolgimento del bull che pure ne sarebbe il padre naturale.

Per approfondire l’aspetto Bull e scoprire esattamente come diventare cuckold leggi la nostra guida completa Come diventare Cuckold ed essere cornuto e contento.

Come funziona

Nel sesso cuckold è l’uomo che non partecipa a gestire, di solito, le regole del gioco. Tale aspetto della sessualità può essere vissuto in maniera del tutto normale, come una semplice integrazione della relazione di coppia, e può perfino accadere che tra il cuckold e il bull si sviluppi un rapporto di amicizia e di complicità.

Insomma, il cuckold è un soggetto passivo ma solo fino a un certo punto: è comunque uno dei vertici di una relazione triangolare, che spesso può assumere le caratteristiche di un rapporto di sottomissione e di dominazione peculiare del BDSM.

Per il cuckold significato e caratteristiche dell’esperienza vissuta sono variabili: non esiste una regola universale, e ogni cuckold è libero di decidere se guardare e basta, se rimanere fermo o muoversi, se stare zitto o dare dei suggerimenti, se spiare di nascosto o ricevere ordini dagli altri due, e così via.

Una scelta condivisa

Ciò che è certo è che alla base del cuckolding c’è una decisione presa di comune accordo, una scelta condivisa in cui tutti e due i componenti di una coppia sono ben consapevoli di quel che vogliono fare e hanno in mente. A volte questo può essere la conseguenza della noia di un rapporto che dura da lungo tempo e in cui, inevitabilmente, si è concretizzato un calo del desiderio.

La routine figlia della quotidianità può portare a una situazione del genere, con benefici per tutti: il cuckold vede la partner posseduta da un altro uomo e capisce che può essere ancora seducente e desiderabile; dall’altro lato la donna gode della possibilità di far l’amore con uno sconosciuto, e può essere eccitata anche dal fatto di essere oggetto delle attenzioni non di un solo uomo ma di due. Il che è fonte di gratificazione e appagamento. 

Perché dedicarsi al cuckolding

Ogni coppia può decidere di cimentarsi nel cuckolding per le ragioni più diverse, e a volte questo può essere il solo modo attraverso il quale un uomo può arrivare all’orgasmo. Non è questa la sede per dare giudizi di merito o di valore, perché in ambito sessuale non c’è spazio per moralismi: le fantasie del singolo sono sempre da rispettare, ovviamente a patto che non causino dolore fisico o psicologico ad altre persone.

Verrebbe da dire che tre è meglio di due, per un rapporto intimo che consente di soddisfare curiosità che magari per lungo tempo sono state represse. Invece vale la pena di accendere la passione diventando cuckold: la pratica conosciuta in italiano con il nome di triolismo sta diventando sempre più diffusa. Niente a che vedere con un rapporto a tre classico, perché in questo caso il segreto del piacere sta nel guardare e non toccare.

Il cuckolding piace a molti

Non a caso, sui siti per adulti il sesso cuckold è uno dei più cercati, e anche la letteratura erotica si sta specializzando in questo genere. Infatti, si accantonano tutte le ansie e tutte le paure legate al classico tradimento per compiere un passo in avanti in quella che è a tutti gli effetti un’esperienza di coppia (qui uno studio italiano sul fenomeno).

Un modo per sfogarsi e per lasciare briglia sciolta alle pulsioni più accese. Il cuckolding viene praticato sia da coppie eterosessuali che da coppie omosessuali. Nel primo caso, quasi sempre è l’uomo che guarda la donna che si relaziona con un altro partner, ma ovviamente nulla proibisce che accada anche il contrario, con la donna che resta ferma e l’uomo che si diverte sotto i suoi occhi. 

Esorcizzare la gelosia e la paura del tradimento

Forse uno dei fattori inconsci che stanno alla base di questa pratica è la necessità di esorcizzare la paura di essere traditi. L’uomo pensa: se la mia partner fa l’amore con un altro sotto i miei occhi, la mia fiducia non può essere tradita e io non posso rimanerci male. Non è detto che sia per tutti così, naturalmente. 

Il controllo sul partner

Spesso il sesso cuckold è un modo per detenere il controllo sul partner. A differenza di quello che si potrebbe pensare, però, non è la donna a gestire il gioco, ma l’uomo che la guarda e che non interviene.

Si intersecano delle dinamiche molto particolari, e sempre sul filo dell’ambiguità, che contribuiscono ad alzare ancora di più l’asticella dell’eccitazione. Forse c’è anche un meccanismo di competizione, per cui il bull viene visto come un modello a cui aspirare: anche per questo in genere il secondo uomo è più bello e più atletico rispetto al marito.

Omosessualità latente

Non si può escludere che nel sesso cuckold ci sia anche una componente di omosessualità più o meno latente. Il marito, infatti, si potrebbe eccitare non solo nel vedere la propria partner godere, ma anche e soprattutto nel guardare da vicino un altro uomo impegnato in un rapporto sessuale. Potrebbe essere una totale novità che apre porte inattese e schiude cancelli verso mondi nuovi. Anche in questo caso, quindi, dal cuckolding al threesome il passaggio potrebbe non essere così azzardato.

La ricerca della trasgressione

Quelle legate al cuckolding sono esperienze molto trasgressive, e per questo occorre approcciare questo mondo con la necessaria consapevolezza. Il desiderio di vivere un’avventura simile può essere comune a tutti e due i partner o, più probabilmente, provenire solo da uno dei due che poi mette a conoscenza delle proprie voglie anche l’altro.

Sperimentare non è mai un male, soprattutto se alle spalle c’è una relazione solida e forte, frutto della saggezza accumulata con il passare degli anni. C’è chi diventa cuckold all’improvviso e chi si avvicina a questa pratica in maniera più graduale, per esempio vivendo prima il passaggio intermedio del sesso a tre.

L’approccio al cuckold

Oggi sperimentare questa strada non è difficile, anche grazie a Internet: ci sono diversi siti a cui si può fare riferimento per trovare bull, cioè uomini disposti ad andare a letto con una donna sposata sotto gli occhi del marito.

I siti cuckold nascono per agevolare gli incontri e moltiplicare le possibilità di contatto, ma non solo: sono utili anche per favorire lo scambio di esperienze e la condivisione di consigli che possono essere utili soprattutto per chi è alle prime armi. Finalmente ci si può sbarazzare di tutti i tabù, godendosi la sessualità nel modo che si ritiene più opportuno con la consapevolezza che dal piacere fisico non possono scaturire conseguenze negative.

Come iniziare un’esperienza

A volte la donna può essere restia a vivere un’esperienza di questo tipo: ovviamente non bisogna mai forzarla, ma vale la pena di provare a persuaderla, magari invitandola a sbarazzarsi di paure e tensioni per lasciare libero sfogo alle sue pulsioni.

La complicità è fondamentale per una coppia che si dedica al cuckolding. Si possono mettere anche foto su Internet, magari con dettagli coperti o parti del corpo celate per evitare di essere riconosciuti. È vero che non c’è niente di male in quel che si fa, ma è altrettanto vero che le dicerie e i chiacchiericci possono essere molto pericolosi, soprattutto se si tratta di coppie con figli.

La scelta del bull

A volte un piccolo ostacolo può essere rappresentato dalla scelta del bull, che può essere delegata solo alla donna o solo all’uomo, oppure essere frutto di una decisione comune.

Lo sconosciuto, per altro, può anche non essere tale: se si ha la fortuna di avere un amico che potrebbe essere interessato a vivere un’esperienza di questo tipo, vale la pena di coinvolgerlo. Così, ci si relaziona con una persona di cui già ci si fida e non si deve far fatica nel trovare qualcuno che ispiri piacere e, soprattutto, sia interessante per tutti e due i partner.

Rompere il ghiaccio

La prima volta può essere normale dover fare i conti con un po’ di imbarazzo, a maggior ragione nel caso in cui sia la coppia che il bull siano inesperti.

Anche qui, la scelta spetta al singolo: a volte può essere preferibile rivolgersi a un bull che ha già provato a fare il terzo, in modo che sappia come muoversi, che cosa fare e che cosa dire; altre volte, invece, può essere più bello interagire con un novizio, in modo che il percorso di scoperta sia comune a tutti e tre e questo porti alla costruzione di una maggiore complicità.

Quel che è certo è che tutti si devono sentire a proprio agio, e soprattutto che ci siano dei gusti in comune: se il bull non è interessato a pratiche BDSM serve a poco chiedergli di impartire ordini o di umiliare il cuckold, per esempio. 

I video sul web

Anche i video su Internet rappresentano un buono spunto per iniziare, dal momento che offrono idee da mettere in pratica. Il consiglio è di optare per i video amatoriali, che evidentemente sono più autentici e quindi più realistici: è anche più facile immedesimarsi e cercare di capire quali sensazioni e quali emozioni si potrebbero provare durante gli incontri.

Di certo il cuckold sa di voler vedere la propria moglie, o comunque la propria compagna, dominata da un altro uomo, che la faccia sentire bene fino a regalarle l’orgasmo.

Che Cosa Fa il Cuckold

Ma di preciso che cosa fa un cuckold nel corso dell’incontro? Anche da questo punto di vista, piena libertà di scelta: può rimanere in silenzio e fermo, senza toccarsi, oppure essere coinvolto in maniera più attiva, magari accarezzando lui e lei. Potrebbe anche riprendere la scena con una telecamera o con lo smartphone, per poi rivedere il video.

Qualora ci siano preferenze a tema BDSM, si possono utilizzare oggetti ad hoc, a cominciare dalla gabbietta di castità che impedisce di eccitarsi. Insomma, il mondo del sesso cuckold è così variegato da poter essere colorato con tante sfumature diverse: è un piacere scoprirle una per una e sperimentarle con passione.

Lascia un commento